Cloud server

Amazon EC2

Amazon EC2

La compagnia statunitense Amazon propone come modello di cloud computing la piattaforma Amazon EC2 (Amazon Elastic Compute Cloud), un servizio di tipo IaaS (Infrastructure-as-a-Service) basato sulla tecnologia di virtualizzazione XEN e caratterizzato da costi competitivi e da un’ottima scalabilità.

Esso consente di utilizzare delle risorse hardware (CPU, RAM, storage, ecc.) in remoto per creare immagini virtuali di server utili alla gestione di applicazioni web, database, siti, ecc.

Il tutto pagando solo per il tempo di utilizzo effettivo, senza nessun costo d’investimento iniziale.

L’utente, dopo una semplice procedura di registrazione, può avviare una propria “istanza” in pochi minuti ed utilizzare questo "server virtuale" come meglio crede.

Per interagire con il servizio di cloud, Amazon fornisce delle interfacce Web Services basate sul Web Service Description Language (WSDL) e dette appunto EC2WSDLs.

Come già detto, l’architettura dell’ EC2 consente un ottimo livello di scalabilità e permette quindi di gestire aumenti di traffico anche molto repentini.

L’utente, tramite una serie di API, può verificare questo scaling direttamente dalla propria postazione.

Oltre alla piattaforma EC2, Amazon fornisce anche un servizio di storage virtuale chiamato S3 (Simple Storage Service).

Anch’esso consente di pagare solo in base allo spazio effettivamente utilizzato ed al tempo d’impiego.

S3 ed EC2 formano un ottimo connubio e si integrano benissimo con tutti gli altri servizi firmati Amazon.

Alla luce di quanto appena detto, possiamo considerare l’offerta di cloud computing di Amazon molto vantaggiosa.

Essa continua a riscuotere successo da parte di sviluppatori e professionisti del web ed anche da banche, organizzazioni e grandi aziende di tutto il mondo.