Cloud server

Cluster in alta affidabilità

Cluster in alta affidabilità

Quando si parla di Cluster High Availability, o cluster in alta affidabilità, s’intende un’infrastruttura hardware composta da un insieme di nodi (i singoli server che formano il cluster) e configurata in modo tale che ad operare sia solo uno di questi nodi, mentre gli altri rimangono pronti ad essere attivati solo in caso di failover del primo.

Per garantire ciò, tutti i nodi del Cluster High Availability sono completamente ridondati e tenuti sempre in contatto tra loro mediante specifici segnali, cosicché appena uno di essi smette di funzionare correttamente viene messo da parte ed istantaneamente sostituito da un secondo.

Il monitoraggio dell’intera struttura e lo spostamento delle applicazioni dalle macchine danneggiate a quelle attive vengono gestiti da software specifici, studiati per risolvere qualsiasi situazione di failover.

Questo fa si che tutte le applicazioni e le macchine virtuali ospitate nel cluster possano continuare a funzionare senza interruzioni anche in caso di guasto, manutenzione o aggiornamento del sistema.

In questo modo, un Cluster HA riesce a garantire continuità e trasparenza dei servizi forniti, oltre ad una totale sicurezza dei dati ospitati.

Poter contare su un Cluster High Availability è sicuramente un aspetto molto importante per tutte quelle aziende che devono effettuare calcoli e processi molto complessi e vogliono vedersi garantire alti livelli di continuità e sicurezza.

Guardando al mercato, notiamo come oggi siano molte le aziende IT che mettono a disposizione dei propri clienti Cluster ad alta affidabilità.

Tra i principali fornitori ricordiamo Microsoft con Microsoft Cluster Server, VMware con VMHA, Red Hat con Red Hat Cluster Suite e Linux con Linux HA.