Cloud server

Xen Hypervisor

Xen Hypervisor

XEN è un sistema di cloud computing nato negli anni ’90 presso l’Università di Cambridge e rilasciato nel 2002 con licenza open source (GPL).

Attualmente XEN è una delle più importanti piattaforme di servizi cloud presenti sul mercato, utilizzata da realtà del calibro di Amazon, Cloud.com, GoGrid nonchè da numerose università.

La sua componente principale è Xen Hypervisor, un insieme di software capaci di far funzionare contemporaneamente più sistemi operativi all’interno di un unico sistema hardware.

Esso funziona come anello di congiunzione tra l’host fisico ed i sistemi operativi delle virtual machine (VM) che vengono create dall’utente, fungendo da interfaccia per la richiesta di servizi di cloud computing (in particolare per risorse hardware quali RAM, CPU, ecc.) e per l bilanciamento del carico di memoria tra le varie VM attive sull’host.

Xen Hypervisor è in grado di supportare processori x86, x86-64, Power PC, ARM e Itanium e permette il funzionamento di sistemi operativi come Linux, Windows, Solaris, NetBSD e FreeBSD.

Oltre a Xen Hypervisor, gli altri due elementi che compongono la piattaforma sono:

Domain 0 – dominio privilegiato (Dom0)

Si tratta di una VM avente sistema operativo Linux e kernel modificato per operare su Xen Hypervisor.

È l’unica macchina virtuale in funzione sull’ hypervisor e la sola ad aver accesso alle risorse hardware.

Dom0 si attiva al primo start up del sistema e presenta due caratteristiche principali:

  • Fa da collegamento tra i vari sistemi operativi dei Domain U e l’hardware fisico.
  • Consente all’utente la creazione e la gestione dei Domain U.

DomainU – domini non privilegiati (DomU)

Sono VM che non hanno accesso diretto alle risorse hardware e che vengono gestiti direttamente dal Dom0.

Ciascuno di essi può presentare un sistema operativo con kernel parzialmente modificato (DomainU PV) oppure un sistema operativo con kernel non modificabile (DomainU HVM), che sfrutta un particolare hardware per la virtualizzazione detto Hardware Virtual Machine.

I Domain U PV possono ospitare sistemi operativi quali Linux, Solaris, FreeBSD e gli altri principali open source.

I Domain U HVM permettono invece il funzionamento di tutti i sistemi Microsoft.

Come piattaforma di servizi cloud, Xen Hypervisor assicura ai suoi utenti un elevato livello di sicurezza garantendo il completo isolamento tra i domini (e tra questi e l’hypervisor) ed una facile gestione dell’intero sistema.

Altro punto di forza di questo prodotto open source è la sua vivace community di ricercatori, programmatori ed esperti IT di tutto il mondo, che lavora costantemente per migliorare le prestazioni di Xen e risolvere i problemi che possono sorgere durante il suo utilizzo.

Proprio dal lavoro di questa community è nato Xen Cloud Platform, un innovativo sistema di cloud computing che abbiamo trattato in maniera più approfondita all’interno di uno specifico articolo.